Cosa stai cercando?
borsette griffate iconiche

Care amiche di Looklike blog, in questo articolo, che mi sta particolarmente a cuore, vorrei mostrarvi i cinque modelli di borsette che sono passate alla storia.

Se come me amate le borsette e non  potete fare a meno di comprarne sempre nuovi modelli  dando fondo a quasi tutti i vostri risparmi, o peggio ancora non ne avete mai abbastanza, è giunto il momento di fermavi, leggere il mio articolo e rivedere tutte le vostre scelte!

Le borsette sono un accessorio molto antico, si dice che siano nate nel momento in cui l’uomo passò dal baratto all’uso delle monete e da quel momento sono divenute un accessorio fondamentale nella società. Come avrete certamente notato le più famose influencer e comunque le celebrities in generale dedicano intere stanze rivestite di scaffali per la catalogazione della loro collezione di borsette.

L’esempio più famoso che mi viene in mente è la collezione di borsette di Chiara Ferragni che ci ha mostrato tramite il suo profilo Instagram. Una collezione di borse davvero WOW! Devo dire la verità, a occhio e croce sembra piena di ripetizioni (3 ripiani di scaffali con stesso modello di Chanel 2.55 ripetuto 30 volte in 5 dimensioni diverse e 7 colori), ma se la osservate con occhio critico vi accorgerete che le IT-BAG, o borse iconiche che sono passate alla storia, ci sono tutte!

 

borsette chanel chiara ferragni
Collezione di borsette di Chiara Ferragni, le Chanel (fonte Instagram)

 

borsette Hermes Chiara Ferragni
Collezione di borsette di Chiara Ferragni, le Hermes e le Louis Vuitton (fonte Instagram)

Chiara Ferragni possiede una collezione di borse davvero da fare invidia e se come me pensate che tutte quelle borse siano tante per una sola persona, volevo spiegarvi che in realtà restringendo il campo in mezzo a tutta questa immensa fornitura lei possiede almeno tutti i capisaldi dei modelli che sono passati alla storia anche se in differenti versioni (ovviamente li ha in molti colori per creare i suoi famosi outfit)

Questo articolo vuole darvi una visione globale, non approfondita, di borsette che per un motivo o per l’altro sono divenute un simbolo nel mondo del fashion e spiegarvi perché, se proprio dovete fare una follia, vale la pena “investire” su una di queste…credetemi, la mia Speedy 30 Louis Vuitton in questo momento ha raddoppiato il suo valore nel giro di 10 anni! Diciamo che all’epoca me la potevo permettere, adesso non lo so mica…eh? 🙂

Tenetevi pronte perché adesso vi elencherò le 5 borse che sono passate alla storia e non solo!

La Speedy 30 di Louis Vuitton

borse famose iconiche
Speedy Bandouliere 30, tela monogram. LOUIS VUITTON

CURIOSITA’: si chiama Speedy 30 perchè è lunga 30 cm altrimenti esistono anche le versioni 25, 35 e40;

Viene venduta completamente ripiegata e all’interno di un involucro di panno perché è nata come borsa da viaggio da tenere in valigia come salvataggio;

E’ una versione piccola della borsa KEEPAL lunga 45 cm (che la Ferragni possiede nel suo guardaroba);

Il suo nome iniziale era EXPRESS proprio per rimarcare la praticità che la caratterizzava.

Esiste in 3 versioni di monogramma incluse edizioni limitate che escono periodicamente;

In negozio è possibile farsi inserire le iniziali del proprio nome sui manici.

Alzi la mano chi non ha mai desiderato ardentemente di tenere quel favoloso bauletto col monogramma LV tra le mani mentre passeggia per le vie del centro. Appena sono approdata a Roma la vedevo ovunque, il desiderio di possederlo mi stava divorando e quindi un bel pomeriggio sono entrata nella storica sede di Louis Vuitton in Via dei Condotti e me la sono aggiudicata :-).

borsa speedy 30 louis vuitton
Alcuni esempi delle varie versioni della Speedy Bandouliere, e la borsa originaria Keepall 45 da cui deriva la Speedy 30 Louis Vuitton

Devo dire che è uno dei migliori acquisti che ho fatto perché è una borsa quasi indistruttibile (essendo stata creata con un materiale tecnico, simile alla valigeria), se prendete la versione 30 (ovvero lunga 30 cm) ci potete far entrare veramente di tutto: dalla stola al mini giubbino estivo (quando uscite in scooter) ed è proprio questo che mi piace tanto di questa favolosa iconica borsa!

Occasioni d’uso della Speedy 30: viaggio in aereo, shopping e tempo libero, ufficio e a lavoro per tutto il giorno.

La 2.55 di Chanel

borsa tracolla chanel nera
Borsa tracolla CHANEL 2.55 in pelle nera lavorata matelassé (trapuntata)

E’ una borsa a tracolla con catena in metallo, nata per la prima volta in versione di pelle nera e adesso imitatissima anche dai più famosi marchi concorrenti di alta moda.

CURIOSITA’: La Chanel 2.55 nella sua attuale versione a tracolla deve il suo nome al mese e l’anno in cui fu lanciata sul mercato da Coco Chanel ossia il Febbraio 1955 e costava solo $220;

La scelta delle catene come tracolla e la fodera interna rossa sono un riferimento ai ricordi della sua infanzia in un collegio ecclesiastico;

Esiste in cinque diverse dimensioni per venire incontro proprio a tutti i gusti e ogni anno vengono emesse edizioni limitate che variano tessuto esterno e nuance di colore;

Fu una borsa tra le più indossate da Jackie O. ma anche la Ferragni la predilige a tutte le altre nei suoi outfit anche se raramente la vedrete con la versione classica in pelle nera.

tracolla chanel nera
Da sinistra Ilary Blasi, Jaqueline Kennedy e Miley Cyrus indossano la Chanel 2.55

Come avrete certamente notato dall’immagine la versione di 2.55 portata da Ilary Blasi e Miley Cyrus sono la stessa, mentre quella di Jackie O. è la prima originale versione con la patta dritta e la chiusura quadrata. Infatti La prima versione, che attualmente è stata rilanciata è proprio questa vintage (per vere intenditrici!)

La 2.55 ebbe un tale successo che venne rilanciata più volte in diverse versioni inclusa quella più civettuola (che io preferisco) che ha il logo bene in vista davanti.

Ecco un riassunto visivo di quello che ho appena detto:

borsa tracolla chanel rossa
Versioni differenti della Tracolla Chanel 2.55

Per come la penso io, la versione classica in pelle nera e ancor più quella vintage, è molto austera e indicata per donne dal look molto sobrio (vedi Jackie O.), mentre le versioni alternative colorate e in tessuto le vedo benissimo anche su look casual e sulle giovanissime perchè ispira in me una specie di provocazione o di gioco.

La adoro nella versione tweed perché come tutte le borse in tessuto emana freschezza, spensieratezza e anche semplicità…un po’ come dissacrare un baluardo, come vestire la Regina in versione Rock! Siete d’accordo con me?

 

La Birkin di Hermes

hermes birkin iconica
Liconica Birkin di Hermes in pelle color arancione

Una borsa a mano di grandi dimensioni caratterizzata dai cinturini sul davanti e il lucchetto, molto molto simile alla sua “sorella” Kelly. E’ una borsa iconica, molto ambita e desiderata che non si può trovare in pronta consegna, ma deve essere prenotata per poter essere confezionata su ordinazione dalla Maison Hermes.

CURIOSITA’: Si chiama così perché venne creata apposta per l’attrice e modella britannica degli anni ’80 Jane Birkin che la usava per trasportare veramente di tutto durante i suoi viaggi.

Un giorno mentre era sul volo aereo Parigi-Londra insieme al Direttore Creativo di Hermes Jean-Louis Dumas, espresse la necessità di avere una borsa che fosse sia elegante che pratica e in poco tempo egli realizzò per lei un prototipo nel 1981 che volle chiamare come lei per onorarla dell’idea.

In effetti la Birkin, ha delle dimensioni tali da non poter essere considerata una borsa “da abito lungo” (nonostante la preziosità dei materiali e delle rifiniture) ma è più una borsa da “tutto il giorno”, sembra quasi una cartella.

Birkin Hermes rossa
La cantante pop Jennifer Lopez indossa una Birkin di Hermes con un outfit sportivo – fonte Pinterest

I manici lunghi, le cerniere, i cinturini, le grandi dimensioni la rendono una borsa da business woman o comunque una lussuosissima 24 ore femminile!

Victoria Beckham Hermes Birkin
La stilista Victoria Beckham indossa un modello vintage della Birkin di Hermes

 

Sarah Jessica Parker borsa birkin
L’attrice americana di Sex and The city, Sarah Jessica Parker ai tempi della sua gravidanza indossa una Birkin di Hermes (fonte web)

Aneddoto divertente…quando sono arrivata a Roma, ovunque nei negozi di abbigliamento capeggiavano imitazioni della Birkin di tutti i colori, in pelle, ecopelle e tutte le dimensioni. Non so perché me ne innamorai, senza nemmeno aver capito che si trattasse della riproduzione di una borsa super famosa, ne volli assolutamente comprare una e la scelsi in finto coccodrillo nera. Ancora ce l’ho ed è bellissima!

CURIOSITA’: nella serie TV Sex and The city episodio 11 quarta stagione, Samantha ha come obiettivo aggiudicarsi la costosissima borsa Birkin – l’ultima borsa Status da donna – ma non riesce a resistere ai 5 lunghi anni di attesa quindi abusa del nome della sua cliente l’attrice Lucy Liu. Inoltre in Sex and The city 2, nella scena in cui fa shopping con le sue amiche per i mercatini di Abu Dhabi la sua Birkin viene scambiata per un’ imitazione da una banda di contraffattori e nella fuga le si rompe un manico.

Samantha sex and the city birkin hermes
Un fotogramma della serie TV Sex and the city (ep.11, serie 4)

 

La Kelly di Hermes

Kelly di Hermes pelle rossa
Borsa modello Kelly HERMES

E’ una borsa a mano con un solo manico dalle dimensioni medie con una semplicissima forma a trapezio e i profili a soffietto. In realtà le prime versioni erano piuttosto anonime e nulla poteva far presagire che nel futuro la sua fama sarebbe esplosa grazie a una illustre influencer del mondo del cinema: Grace Kelly.

CURIOSITA’ Questo modello storico di borsa della Maison Hermes fu creata nel 1930 come borsa UNISEX, ma veniva identificata col termine francese Sac à dépêches (borsa porta giornali) probabilmente date le dimensioni. Il suo attuale nome lo si deve alla Principessa Grace (Kelly) di Monaco la quale aveva una vera passione per la Maison Hermes.

Quella volta in cui si presentò in pubblico ai primi mesi della sua prima gravidanza fresca di matrimonio, nascose le prime rotondità proprio dietro questa borsa. La fotografia fece il giro del mondo e la borsa venne ribattezzata la “Kelly”.

Grace Kelly borsa Hermes
La Principessa Grace Kelly di Monaco indossa l’iconica borsa di Hermes prima che prendesse il suo nome e diventasse un mito

Nella sua versione vintage, in pelle liscia nera l’aspetto è sicuramente molto legato a quello di una signora di una certa età o comunque di una certa levatura, io la preferisco molto di più in tutte le sue rivisitazioni successive.

Chiara Ferragni borsa hermes
La famosissima influencer italiana Chiara Ferragni con una Kelly di HERMES (fonte web)

 

A differenza della Birkin, la Kelly nelle versioni colorate appare una borsa dallo stile più giovanile.

Sarà per le dimensioni ridotte o perché ha solo un manico, ma io la vedo bene anche per un’occasione formale in cui si richiede un abito importante come una cerimonia: Grace Kelly insegna!

 

La Jackie O. di Gucci

Gucci borsa Jackie O
La mitica Jackie O di GUCCI

Probabilmente la si vede meno spesso delle altre in giro, ma il mitico tessuto coi monogrammi inconfondibile di Gucci lo conoscete bene proprio tutte! Questa borsa dalla forma a sella o HOBO in tessuto e rifiniture in pelle venne creata dalla pelletteria GUCCI nel 1950, ma deve il suo nome alla ex first Lady degli Stati Uniti d’America JACKIE O. che la prediligeva fra tutte quando indossava un look casual.

borsa gucci jackie o
Jacqueline Kennedy Onassis indossa la Jackie O. (fonte web)

Infatti si tratta di una borsa a spalla dalle linee perfettamente equilibrate, è proprio il caso di dire che è casual-chic: da una parte il tessuto la rende una borsa da portare con pantaloni di cotone o denim, dall’altra la preziosità delle rifiniture in pelle e lo borchie la riportano in uno stile chic che si addice a una signora come Jaqueline Kennedy O.

CURIOSITA’: originariamente è nata come borsa unisex, ma presto si affermò come prerogativa femminile. E’ presente al Museo Gucci di Firenze. Il suo nome d’origine era COSTANZA. Il suo nome attuale onora “l’infuencer” degli anni ’60 Jackie Onassis. Dal 2009 il nome della borsa è New Jackie. Fu la prima borsa di modello HOBO, ovvero da sacca dei vagabondi perché ricorda il fazzoletto appeso al bastone di legno che era il loro bagaglio.

Eppure è perfetta con delle scarpe col tacco basso e una fresca camicia di lino, spero di poterne avere una prima o poi perché ho sempre avuto un debole per la doppia G, infatti la mia prima borsa griffata è una baguette Gucci che comprai proprio a Firenze, la sua città natale.

E’ una borsa pas-par-tout, e il design è stato da quel momento di grande ispirazione per tutti i designer di accessori, infatti la HOBO è un modello di borsa iconico e imitatissimo.

Esiste di una sola dimensione standard, ma in diverse versioni e fantasie.

hobo bag gucci
In alto tre versioni della New Jackie O. GUCCI , sotto due modelli della HOBO BAG sempre GUCCI

Dall’immagine la Jackie O. si differenzia dalla HOBO BAG generica dal fatto che la prima ha l’inconfondibile fibia color oro per chiusura, mentre la seconda ha solo la zip.

Essendo una borsa a spalla di grandi dimensioni la considero adatta per tutto il giorno nel tempo libero compreso in viaggio perché è molto capiente e può ospitare veramente di tutto.

 

Altre borse iconiche

La Never full di Louis Vuitton

Never full Louis Vuitton
La Never Full Louis Vuitton col monogramma classico

E’ una delle it-bag di Louis Vuitton, la shopper per eccellenza. E’ Stata creata solo nel 2007 e da allora è diventata un classico e sembra che sia sempre esistita.

CURIOSITA’ esiste in tre taglie: PM, MM, GM in modo che si adatti a 3 tipi di fisicità di donne. La PM è la più piccola ed è per le donne di statura minuta (le PETIT), la MM è la taglia media e la più diffusa, GM è come una large ed è per le donne molto alte (le famose TALL).

Le fodere interne sono disponibili oggi in due versioni: rosso ciliegia e rosa ballerina.

E’ talmente spaziosa e resistente che può contenere veramente di tutto dando l’impressione di non essere mai veramente piena, da cui il nome NEVER FULL (=mai piena). Viene venduta dal 2014 con al suo interno una piccola pochette eventualmente staccabile per poter essere usata singolarmente rendendola davvero una borsa per tutto il giorno: dall’ufficio all’aperitivo.

never full Ilary Blasi
La Show girl italiana Ilary Blasi usa spesso la Never Full quando è in vacanza (fonte Web)

Le fantasie più classiche in cui è stata ideata sono le stesse della Speedy 30:

3 versioni della never full louis vuitton
Le tre fantasie classiche della Never Full LOUIS VUITTON

Periodicamente, come nel caso della Speedy 30, sono disponibili versioni personalizzate. Quello che è sicuro è che se scegliete una di queste tre fantasie base, fate un vero investimento!

PS: come le altre borse Louis Vuitton (inclusa la Speedy 30) ogni anno ha un prezzo leggermente maggiorato, quindi prima la comprate e meno la pagate!

La baguette FENDI

borsa baguette Fendi nera
La Baguette FENDI in pelle nera

E’ una sorta di pochette caratterizzata dall’avere un manico corto da infilare sotto braccio all’altezza della spalla, da cui il gergo “Baguette”: il tipico filone di pane tanto famoso in Francia perché veniva tenuto sotto braccio per strada.

Venne ideata nel 1997 dalla designer di Fendi, Silvia Venturini e divenne una IT-bag dopo che fece la sua apparizione in un episodio di Sex and the city sotto braccio a Carrie Bradshaw.

carrie bradshaw baguette fendi
Un fotogramma tratto dalla Serie TV Sex and The city (fonte web)

Questo modello di piccola borsa è perfetto per tutte le occasioni serali come cene e aperitivi e la comodità sta proprio nel fatto che a differenza delle clutch che bisogna tenere sempre in mano, questa può essere tenuta anche nella spalla per essere liberi di muoversi.

Io ho una baguette Gucci (infatti lo stesso genere di borsa ormai viene replicato da tutte le principali case di moda) e devo dire che la prediligo a tutte le pochette quando partecipo ad una cerimonia proprio per questione di comodità, mi sento più sicura perché non la devo mai appoggiare!

“È l’accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza.” Coco Chanel

Questa e altre borse iconiche o IT-BAG rappresentano quel piccolo pezzo di lusso che può essere portato da chiunque (se lo possa permettere 🙂 ), proprio perché la borsetta è TAGLIA UNICA!

Cosa ne pensate di questi modelli di borse? Ne possedete anche voi qualcuna oppure ne avete “ereditato una dalla mamma o dalla nonna”? Se volete risparmiare qualcosa sopratutto nelle grandi città ci sono tanti negozi di abbigliamento vintage di alto livello dove poterle acquistare già usate, e credetemi sono in ottime condizioni e hanno dei prezzi davvero molto convenienti.

Il mio consiglio quando girate per questi posti, è conoscere bene il prodotto, essere preparate sulle caratteristiche tecniche e puntare sulle fantasie classiche come le tele mono-gram o la pelle in questo modo avrete fatto un acquisto di qualità di cui non vi stancherete mai!

Se l’articolo vi è piaciuto condividetelo sui social, e non dimenticatevi di lasciarmi un commento!

Abbracci, Claudia Di

(credits immagine di copertina: Designed by balasoiu / Freepik , borsa 2.55 CHANEL)

riproduzione dei testi riservata

 

Author: ClaudiaDi

Fondatrice e art-director di Looklike blog. Appassionata di stile, tendenze, Celebrities e Royal Family. La mia specialità sono i look dei personaggi famosi e delle famiglie Reali.  

2 Replies to “5 modelli di borsette che sono passate alla storia e non solo”

  1. Fede Fedi says: 21 Maggio 2019 at 11:55

    Che articolo interessante! Lo sai che ho comprato proprio un anno fa’ una Never-full di Vuitton e la trovo veramente una borsa molto comoda sopratutto in questa stagione dove devi portare sempre una maglia in più oppure te la devi togliere perché scoppia il caldo all’improvviso!!

    1. ClaudiaDi says: 21 Maggio 2019 at 11:59

      Ciao Fede! Ti ringrazio! Vedrai che ora hai speso un pochino, ma sai di avere acquistato un pilastro della storia delle borse di tutti i tempi! Hai visto che comodità poter infilare veramente di tutto? In pratica la Never full è una valigia! Anche quando fai shopping la puoi usare per contenere piccole confezioni e avere sempre le mani libere! continua a seguirmi, abbracci ClaudiaDi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

error: Content is protected !!